Le Ricompense concesse alla Bandiera del 52° Fanteria “ALPI”

ANCA_medagliere

 

ANCA_oro_regno

MEDAGLIA D’ORO AL VALOR MILITARE

20 Settembre 1912

“Per la splendida condotta tenuta dal Reggimento durante tutta la

campagnia di Libia 1911-12 e particolarmente per l’eroico valore

spiegato nella battaglia di “Sidi Bilal ”

 

 

 

ANCA_argento_regnoMEDAGLIA D’ARGENTO AL VALOR MILITARE

Campagna del 1859

“Perche’ sia perpetuato il ricordo degli armamenti e degli eroismi, onde

rifulse nella Campagna del 1859, il Corpo Volontario dei Cacciatori

delle Alpi e sia reso indissolubile il vincolo delle memorie epiche onde

a quel Corpo e’ unito il Reggimento soprannotato che ne ha in retaggio

il patrimonio d’onor e di gloria”

 

 

 

ANCA_argento_regnoMEDAGLIA D’ARGENTO AL VALOR MILITARE

Col di Lana, luglio 1915

“Per le prove di valore e di ardimento date dal 4′ Battaglione, nonostante

la tenace resistenza avversaria, I ‘inclemenza della stagione e

le difficolta’ del terreno. ”

 

 

ANCA_argento_regnoMEDAGLIA D’ARGENTO AL VALOR MILITARE

Campagna di Francia, 21 aprile – 16 novembre 1918

“Fedele alle sue gloriose tradizioni, in violenti ed aspri combattimenti sui

campi di Francia, contro un nemico formidabile, diede eccezionali prove

di bravura e di salda tenacia, portando sempre alto il nome d’Italia e

la fama dei Cacciatori delle Alpi”

 

 

 

ANCA_bronzo_regnoMEDAGLIA DI BRONZO AL VALOR MILITARE

Campagna del 1859

Per lo squadrone Guide dei Cacciatori delle Alpi “Per il coraggio

ed ordine spiegato nell ‘inseguire il nemico, raccogliere informazioni,

prigionieri di guerra, e spingere le pattuglie contro il nemico. ”

 

 

 

ANCA_bronzo_regnoMEDAGLIA DI BRONZO AL VALOR MILITARE

Campagna del 1859

Per il Corpo Sanitario dei Cacciatori delle Alpi “Perche’ si mostro’

degno della riconoscenza di tutti i feriti, sia nostri che nemici.”

 

 

 

ANCA_bronzo_regnoMEDAGLIA DI BRONZO AL VALOR MILITARE

Fronte greco-albanese, gennaio-aprile 1941

“Puri alle sue nobili, gloriose tradizioni, in tre mesi di aspra lotta,

contrasto’ con indomito valore il passo dell’agguerrito nemico

imbaldanzito da notevoli fortunati successi, inchiodandolo al

terreno, fiaccarne con violente e sanguinose azioni offensive ed

a prezzo di dure perdite, ogni velleita’ di avanzata lungo le

direttrici prestabilite. Nella ripresa azione offensiva,

attacco’ violentemente il nemico, ributtandolo oltre i

confini dando fulgido esempio di valore e confermando

ancora una volta le sue belle tradizioni garibaldine “.

 

 

 

MEDAGLIA DI BRONZO AL VALOR DELL’ESERCITO

Friuli, 6-13 maggio 1976

“In occasione del violento sisma che colpiva il Friuli, ancorche’

provato nelle sue stesse file dal1 ‘evento tellurico, si prodigava

con uomini e mezzi in coraggiosi ed estenuanti interventi di soccorso

alle popolazioni colpite, fornendo, con tutto il personale impiegato,

luminosa prova di eccezionale saldezza d’animo e non comune

senso d’altruismo nell’opera di soccorso che risultava

determinante nell’alleviare le sofferenze dei sopravissuti”.

 

Accollata alla punta dello scudo con l’insegna pendente al centro

il nastro dell’ordine Militare d’Italia.

 

 

ANCA_CavaliereCROCE DI CAVALIERE DELL’ORDINE MILITARE D’ITALIA

1915-18

“Nei duri cimenti della guerra, nella tormentata trincea e nell’aspra battaglia

conobbe ogni limite di sacrificio e di ardimento; audace e tenace, domo’

infaticabilmente i luoghi e le fortune, consacrando col sangue la romana

virtu dei figli d’Italia. ”

 

ANCA_alloro